Passeggiata notturna al Parco Scarrone

Varie associazioni di Canelli e dei dintorni hanno aderito a M'illumino di meno 2022 con un'iniziativa patrocinata dal Comune di Canelli: la Passeggiata notturna al Parco Scarrone. Ritrovo ore 20.30 di venerdì 11 marzo nell'isola pedonale di Piazza Cavour, Canelli.

Alle ore 21 partenza a piedi e in bicicletta per il Parco Scarrone, dove sarà possibile passeggiare e osservare la volta stellata grazie al telescopio del Professor Carlo Perfumo.

Ci saranno momenti musicali e di letture sui temi dell’edizione 2022, senza dimenticare quanto sta accadendo in questo momento nell’Europa Orientale.

 

Giorno della Memoria: GUIDO SUONAVA IL VIOLINO al Teatro Balbo di Canelli

Un monologo teatrale tutto al femminile, scritto e diretto da Patrizia Camatel e con protagonista l’attrice Elena Formantici, che si dipana come un racconto giallo e assume le misteriose atmosfere di un thriller a carattere storico. L'occasione è la Giornata della Memoria 2022, appuntamento molto sentito nel Canellese e sul territorio astigiano. Lo spettacolo sarà in scena giovedì 27 gennaio alle ore 21 al Teatro Balbo di Canelli, gestito dal Teatro degli Acerbi.

Per una scuola di sana e robusta Costituzione: convegno sull’educazione civica a Nizza M.

Sarà presentato in anteprima sul nostro territorio un nuovo progetto per la formazione degli insegnanti, e più generale degli adulti e dei giovani, dedicato alla nostra Costituzione e alla sua profonda attualità. L’incontro si terrà venerdì 17 dicembre 2021 presso il foro Boario di Nizza M.to, con la collaborazione del Comune- Assessorato all’Istruzione e delle scuole di Nizza. Il progetto è frutto della collaborazione tra l’Azione Cattolica Regionale, l’Associazione Memoria Viva di Canelli e il Centro Studi Giorgio Catti di Torino, ed è il risultato del contributo di alcuni docenti dell’Università di Torino e di un gruppo di insegnanti delle scuole di Acqui, Alba, Canelli. Una proposta che ha ricevuto il sostegno del Consiglio Regionale – Comitato per l’affermazione dei valori della Resistenza e dei principi della Costituzione - e la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Regionale.

storie della nostra Storia : Presentazione Iter 43

Tre storie locali da conoscere, che hanno un loro posto all'interno della Storia del nostro Paese:

 

- Francesco Cirio, un imprenditore geniale con un sogno forse più grande di lui,

- un caso politico-giudiziario a Nizza Monferrato che pose problemi ancora oggi insoluti,

- l'infrastruttura ferroviaria che favorì lo sviluppo di una valle, la Val Bormida di Spigno (oggi parleremmo di "area interna").

 

Giuseppe Baldino, Massimo Branda e Antonio Visconti, autori dei tre saggi pubblicati sull'ultimo numero della rivista Iter (Ediz. Impressioni Grafiche), ne discuteranno con lo storico Vittorio Rapetti e col giornalista Fulvio Gatti.

Progetto di Educazione Costituzionale Per una Scuola di sana e robusta Costituzione

Questa PROPOSTA intende offrire un percorso per l’insegnamento scolastico e per la formazione di giovani e adulti, segnalando strumenti e materiali, comprensibili anche dai più giovani e dai non addetti ai lavori, ma utili a cogliere gli essenziali elementi di significato della Costituzione, nelle sue origini e rapporti con la Resistenza e la storia dell’Italia e dell’Europa, come nei suoi sviluppi e profonda attualità nel nostro tempo.

Viaggio intorno all'albero: emozioni tra letteratura, teatro e natura

Gli alberi sono esseri enigmatici. Muta verde presenza che palpita frusciante col suo fogliame multicolore.
Riusciamo a provare rispetto e protezione nei confronti di queste bellissime creature a cui è legata la nostra sopravvivenza sulla terra?
Riusciamo ancora ad emozionarci, divertirci, rilassarci alla presenza degli alberi?
Ci proveremo insieme domenica 24 ottobre 2021, alle ore 17, al Teatro Balbo di Canelli.

UN PROGETTO PER L’EDUCAZIONE COSTITUZIONALE

In un tempo segnato da tanti cambiamenti culturali e sociali, in una società molto diversificata, diventa sempre più necessario comprendere quali sono gli elementi unificanti della convivenza civile. E ciò vale a maggior ragione per le nuove generazioni, che si trovano ad affrontare una realtà complessa, sovente senza strumenti di giudizio e valori di riferimento. Per questo, da tempo, si sente l’esigenza di sviluppare nelle scuole l’educazione civica, che proprio da quest’anno è entrata nell’attività scolastica ordinaria.

Pagine