2023

Giorno della Memoria 2023 - Canelli

In occasione del Giorno della Memoria 2023, a Canelli verranno proposti eventi di grande interesse:

- Venerdì 27 gennaioalle ore 21, sarà rappresentato al Teatro Balbo lo spettacolo E’ bello vivere liberi!, prima data della stagione teatrale canellese organizzata dal Teatro degli Acerbi (*). Si tratta di uno spettacolo di teatro civile per un'attrice, 5 burattini e un pupazzo, ideato, scritto, diretto e interpretato da Marta Cuscunà. Lo spettacolo s’ispira alla biografia di Ondina Peteani, prima staffetta partigiana d’Italia, deportata giovanissima ad Auschwitz. Durante la serata, saranno ricordati i canellesi morti durante la deportazione e l’internamento. E’ consigliata la prenotazione mediante appuntamentoweb.it.

-Domenica 29 gennaioalle ore 17, presso la Biblioteca Civica Monticone (via G.B. Giuliani 29, Canelli), si parlerà di Fascismo e razza e delle ragioni che hanno condotto alla complicità italiana nella Shoah. Nicoletta Fasano, ricercatrice dell'Istituto di Storia della Resistenza e dell'età contemporanea in Provincia di Asti (Israt), ci condurrà infatti alle radici dell'antisemitismo e di altre forme di razzismo nate o, se preesistenti, amplificate durante il ventennio fascista. L'incontro è organizzato da Memoria Viva Canelli, Biblioteca Civica G. Monticone e Israt, con l'adesione di Anpi Sezione di Canelli e dell'Unitre Nizza-Canelli. Ingresso libero

(*) Biglietti: 15€ intero, 13 € ridotto (over 65 e under 26, possessori Abbonamento Musei Piemonte e Valle d’Aosta, iscritti FAI, abbonati alle stagioni a cura di Piemonte dal Vivo), 8 € ridotto speciale riservato alle scuole

Giorno della Memoria 2023 - Acqui Terme: primo appuntamento

Primo appuntamento venerdì 13 gennaio, ore 17, a Palazzo Robellini, dedicato alla nascita e sviluppo del fascismo in provincia di Alessandria, con gli interventi di Fausto Miotti, Roberto Livraghi, Vittorio Rapetti, tra gli autori della rivista “Quaderni di storia contemporanea” che ha dedicato al tema l’intero numero 71 del 2022; dopo il saluto delle autorità comunali modera l’incontro Roberto Rossi, presidente provinciale ANPI.